Nuove scadenze burocratiche – auto

Nuove scadenze burocratiche – auto

Lʼemergenza coronavirus stravolge la burocrazia dellʼauto. Il decreto “Cura Italia” ha varato una serie di misure per il settore, allungando i tempi delle scadenze. Ma vediamo i principali provvedimenti.

Polizze RC Auto ‒ Chi deve rinnovare la RC Auto ha 30 giorni di tempo oltre la scadenza per sottoscrivere la copertura. Il doppio dunque dei 15 giorni finora previsti. Il decreto copre le polizze in scadenza fino al 31 luglio, ad esempio chi ha la polizza che scade il 30 giugno sarà coperto fino al 30 luglio.

Rinnovo Patenti ‒ Chi deve rinnovare la patente in scadenza potrà attendere fino al 31 agosto. La validità delle licenze di guida è dunque prorogata (come le carte dʼidentità). Una misura atta a prevenire la corsa alle prenotazioni della visita medica. Non solo, ma il foglio rosa viene prorogato fino al 30 giugno in automatico, poiché le scuole guida sono chiuse e gli esami di teoria e pratici sono fermi.

Revisione Auto ‒ Coloro che dovevano far fare ai loro veicoli la revisione entro 31 luglio potranno circolare senza problemi fino al 31 ottobre. Lo prevede espressamente lʼarticolo 92 del decreto “Cura Italia”, considerando lʼattuale emergenza che tiene molte officine chiuse o con personale ridotto ai minimi per consentire servizi essenziali (pneumatici, riparazioni dʼurgenza).

Cambio gomme inverno/estate ‒ Il cambio programmato delle gomme invernali da rimpiazzare con le estive per legge va fatto entro il 15 maggio ma a causa dell’emergenza Coronavirus è ufficiale la proroga al 15 giugno 2020, nonostante che dal 4 maggio con l’avvio della Fase 2 si può andare dal gommista per il cambio stagionale.

Bollo Auto ‒ Per i tributi relativi ai veicoli sono le Regioni che decidono in merito al rinvio dei pagamenti per bollo auto e IPT (Imposta provinciale di trascrizione). Piemonte, Lombardia, Lazio, Marche, Emilia Romagna, Calabria, Friuli-Venezia Giulia, Umbria e Campania hanno deciso di far slittare al 30 giugno il pagamento del bollo auto, senza sanzioni e interessi, mentre Liguria e Abruzzo fino al 31 luglio 2020. Tutte hanno annunciato l’azzeramento delle multe a causa del ritardato pagamento. Non è ancora stata prevista la sospensione del bollo auto in scadenza in Basilicata, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Trentino-Alto Adige, e Valle d’Aosta ma è possibile che le amministrazioni di queste Regioni adottino provvedimenti analoghi nei prossimi giorni.

Multe ‒ Piccolo sollievo anche per chi subisce una multa. A partire dal 10 marzo scorso e fino al prossimo 3 aprile, le multe sono infatti congelate. Le scadenze di 60 giorni decorrono quindi dal 4 aprile e si avranno 30 giorni di tempo per ricorrere al giudice di pace. Non solo, ma il tempo per pagare le multe con la riduzione del 30% passa da 5 a 30 giorni dalla notifica.

Superiore
Open chat
Salve,
Come possiamo aiutarti?
Powered by