HYUNDAI KONA ELECTRIC

La versione a emissioni zero della piccola suv va ad allargare l’offerta dell’elettrico del marchio coreano dopo la Ioniq e la Nexo, La Kona Electric, riprende il design della Kona differenziandosi solo per il frontale con griglia chiusa che migliora l’aerodinamica e nasconde la presa per effettuare la ricarica. Restano invariati i doppi fari a Led e le luci diurne sottili a sovrastare i gruppi ottici principali.Resta invariato anche lo stile laterale e del posteriore con piccolo spoiler sopra il lunotto e ripresa dei gruppi ottici sdoppiati. Viceversa sono inediti i cerchi in lega da 17” e le tinte disponibili. Le dimensioni subiscono lievi variazioni, con la lunghezza di 418 cm (+1,5), larghezza di 180 e altezza di 157 (+2 cm).

hyundai-kona-elettrica-2018-02_5

 

Gli interni della Hyundai Kona Electric richiamano quelli della versione con motore termico, mantenendo gli spazi grazie ad un sistema concepito per inglobare le batterie senza compromettere l’abitabilità. La maggiore novità è costituita dal cruscotto digitale con tachimetro centrale e le informazioni su consumo e recupero di energia istantanei, autonomia residua e livello di carica degli accumulatori al lati, nonché con retroilluminazione diversa a seconda della modalità di guida scelta. Per un’immediata visualizzazione dei dati di viaggio è disponibile anche l’head-up display che proietta sul parabrezza le principali informazioni. Tra le novità annunciate ci sono anche il nuovo display ad alta risoluzione da 7” del navigatore e l’inedito vano portaoggetti ricavato alla base delle consolle centrale grazie all’ assenza delle leva del cambio. I sedili anteriori hanno regolazione elettrica, mentre quello del guidatore usufruisce anche del supporto lombare, sempre elettrico. Il vano bagagli ha una capacità di 373 litri contro i 361 della versione tradizionale, anche se ridotta a 332 litri per la presenza del cavo per la ricarica.

 

hyundai-kona-elettrica-2018-02_9

 

La Hyundai Kona Electric è proposta in due versioni:

Prima versione : equipaggiata con motore da 99 kW (135 CV) e 395 Nm di coppia per una velocità massima di 167 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,7”. Le batterie agli ioni di litio sono da 39,2 kWh e consentono un’autonomia fino a 300 km prima della sosta per la ricarica che avviene in 6 ore e 10 minuti da una colonnina standard, ma con la possibilità di rifornire l’80% degli accumulatori in meno di un’ora presso un erogatore fast charge.

Seconda versione : ha motore da 150 kW (204 CV), sempre con 395 Nm e velocità di punta autolimitata a 167 km/h, ma accelerazione contenuta a 7,6”. Cambiano pure le batterie, con la capacità che sale a 64 kWh e l’autonomia a 470 km. Il tempo di ricarica “standard” è di 9 ore e 40 minuti, mentre Hyundai conferma il dato di 54 minuti per il “rifornimento” dell’80% del “serbatoio” con caricabatterie rapido a corrente continua (CC) da 100 kW. Il sistema di ricarica rigenerativa può essere regolato tramite i comandi a paletta dietro il volante per determinare l’intensità della frenata al rilascio dell’acceleratore.

La Hyundai Kona Electric è dotata di diverse tecnologie già presenti sul modello con motore tradizionale, come il sistema multimediale con funzioni Android Auto e Apple CarPlay e connettività Bluetooth o le tecnologie di assistenza alla guida SmartSense. Tra queste ricordiamo la frenata autonoma per evitare collisioni, il rilevamento di pedoni e di veicoli negli “angoli ciechi”, il sistema per il mantenimento della corsia o quello per monitorare l’arrivo di veicoli quando si esce da un parcheggio. Presenti pure il rilevatore di stanchezza del guidatore e un sistema per la ricarica senza fili dello smartphone o di altri dispositivi elettronici.